domenica 31 gennaio 2010

Riflessione di una fruttariana inconsapevole


Glitter Graphics - GlitterLive.com

.
Da qualche tempo amo documentarmi riguardo al nutrizionismo e all’alimentazione. Sto visitando, studiando quasi, siti e blog di vario genere: vegetariano, vegano, crudista… cerco di capire, di risalire alle origini, addirittura. Nel frattempo mangio sempre meno carne.
Per non dilungarmi copio da qui un breve paragrafo che sintetizza scritti molto più lunghi.

L’uomo non è un animale onnivoro né tanto meno carnivoro, ma un animale fruttariano [..]. Gli animali carnivori sono quadrupedi, hanno denti ed unghie adatti a rincorrere, arpionare e dilaniare la preda, la loro lingua è ruvida, il canale intestinale ha una lunghezza 4 volte quella del corpo (l’intestino dell’uomo è 12 volte la lunghezza del corpo), lo stomaco ha succhi gastrici 20 volte più potenti dei nostri. L’uomo non è stato strutturato dalla natura per nutrirsi di cadaveri ma di alimenti vivi, di frutta, semi, germogli e radici come le scimmie antropoidi al cui ordine appartiene.

In questo sito L’argomento è trattato in modo più dettagliato.
Tutto qua. Giusto per riflettere con voi. Giusto perché raramente mangio frutta.
:-)
.

martedì 26 gennaio 2010

Passatelli in brodo… con strumenti alternativi!


.
Prima di ieri non li avevo mai sentiti nominare. Poi, spulciando qua e là su internet, ecco la ricetta di Jessika di cookaround e la curiosità crescente. Si tratta di pasta fatta in casa che ha come ingredienti pangrattato, parmigiano e 1 uovo e per di più è una ricetta veloce.
Mi lancio nella fabbricazione, ma devo fermarmi subito: occorre uno schiacciapatate e io non ce l’ho, ho solo il passaverdure (quello della nonna, con la lama che gira) e i fori sono stretti.
Poi ho un lampo di genio e il risultato è che ci sono riuscita.
Ora, prima di dirvi come, spero che emiliani e romagnoli abbiano senso dell'umorismo (certo che ce l'hanno, giusto?)
Ebbene... ho usato la pistola sparabiscotti!!!! :-D

Ho montato il beccuccio più largo e liscio e via. Praticamente ho fatto una fatica pazzesca ma in preda a un delirio di onnipotenza ne ho fatti un bel po' .
Solo che la pistola il delirio non ce l'aveva e... trac! s'è rotta!!!!! (addio futuri biscotti)

Potevo rinunciare ai passatelli?? mai e poi mai, tant'è vero che sono capricorno.
Ho svitato il beccuccio e ho usato il pollice per spingere dentro l'impasto. È stato meno faticoso di prima, a saperlo...

Certo, fatta così non è più una ricetta veloce, però se qualcuno si accanisce e vuole a tutti i costi mangiare i passatelli ... li può fare proprio così: spingere col dito l'impasto all'interno di un largo beccuccio per panna/biscotti! Li farà uno per volta, ma almeno li farà ;-)

Li ho cotti in un brodo vegetale fatto con 1 zucchina, 2 carote, 1 cipolla, 2 spicchi d'aglio, 2 coste di sedano, 2 foglie di alloro. Dopo la cottura le ho frullate e unite al brodo. Buonissimo.
I passatelli? Ma ne sono innamorata, sono di una bontà indescrivibile!!!!


.

.
Detto questo vi riporto la ricetta di Jessika con variazioni impercettibili:

PASSATELLI ROMAGNOLI
Ingredienti per 2 persone (piatti abbondanti):
100g. pangrattato
100g. parmigiano grattugiato
2 uova
Noce moscata
Sale
Brodo (io ho fatto il vegetale, ma scegliete voi)

Mescolare insieme pangrattato, formaggio, uova, sale e una bella grattata di noce moscata (se a voi non piace molto mettetene seguendo il vostro gusto).
Fare un bell’impasto sodo (se dovesse essere morbido aggiungere un po’ più parmigiano) e lasciarlo riposare almeno mezz’ora in frigo (questo non l'ho fatto).
Passarlo nello schiacciapatate:
Mettere sul fuoco il brodo e appena bolle fare i passatelli facendoli belli sodi.
Metterli nel brodo e appena vengolo a galla raccoglierli con il mestolo e mettere nei piatti.



Buon appetito!!!

martedì 19 gennaio 2010

Premio :-)


.
Graaaaazie My little dream !!!
Questo premio mi fa davvero piacere, anche perché capita in un momento in cui ho poco tempo da dedicare agli "svaghi"! Lo dedico a tutti i miei amici di blog! :-)
.

venerdì 15 gennaio 2010

Yogurt fatto in casa!



Ecco il mio yogurt fatto in casa!!
Buonissimo sodo, cremoso, pochissimo acido!! E per di più facilissimo!
Occorrente: un vasetto da 125 g di yogurt bianco e un litro di latte intero. Io ho usato metà dose di tutto. Vi chiederete "ma a che serve lo yogurt per fare lo yogurt?" . Bella domanda: anzitutto perché con un vasetto ne ottenete un chilo, e poi perché il lavoro di trasformazione del latte in yogurt lo fanno tutto i batteri dello yogurt di partenza :-)
i miei compagnetti di lavoro, nello specifico, sono stati il lactobacillus bulgaricus e lo streptococcus thermophilus (che alla fine sono i batteri di tutti gli yogurt, credo).
La ricetta la trovate qui e... vale la pena assaggiare! La prossima volta metterò pezzetti di cioccolato :-D
ciaoooooooo
.
.

giovedì 14 gennaio 2010

Quello che so fare c'è, ma non si vede...



.
Bello questo titolo, vero? In effetti rispecchia molto la realtà!!
Giusto per restare in tema (non è vero) vi dico pure che la foto allegata non c'entra niente, semplicemente l'ho scattata giorni fa e mi piace molto.
Passo di qui(senza scopa e senza regali, magari qualcuno ha pensato che sono sparita per gli impegni di giorno 6 vero?) per dirvi che ci sono e come al solito pasticcio qualche cosa: attualmente sto modellando una bambolina (ve la mostrerò appena avrò il tempo di ultimarla) e sto... facendo lo yogurt in casa... che soddisfaziooooone..... almeno finché non mi viene un'intossicazione alimentare!!!! scherzo scherzo... ma se non scrivo più preoccupatevi... :-D
Le ferie sono finite e ho ripreso a lavorare, infatti ho molto meno tempo per fare quello che mi va e basta, in compenso attraverso fasi di puro delirio.
Due risate me le faccio pure a lavoro, però, perché anche lì ho a che fare con creaturine fantasiose e imprevedibili... folletti e gnomi per tutti i gusti!
Ho cominciato a leggere un nuovo libro, "Mille splendidi soli" e spero di riuscire a finirlo entro il XXI secolo...
ciaoooooooo!
.