mercoledì 2 luglio 2014

Torta con scarti del centrifugato (okara di mele e carote?!)




Come ho scritto già da qualche parte, cerco di fare dei centrifugati una sana abitudine quotidiana.  Oggi ne ho fatto uno molto gustoso (per due persone) utilizzando 2 mele e 5 carote. Al momento di svuotare la centrifuga, però ho visto quanto spreco... e ho deciso di utilizzare tutta la polpa spremuta per farne una torta vegana! Del resto che differenza c'è tra questa polpa disidratata e l'okara che rimane dal latte di soia o di mandorle? Nessuna! E anche con quelle abbiamo fatto delle torte, ricordate? ;-) qui e qui!
Ok, quindi invento la torta di okara di mele e carote





Ingredienti base:
200 g di polpa centrifugata (mele e carote)
250 g farina
100 g di zucchero di canna (se volete, aumentate la dose)
circa 200 ml di latte di soia
80 g di olio di semi
1 bustina di lievito per dolci

Per la copertura:
100 g cioccolato fondente
olio di semi

Procedimento
In una ciotola, mescolare con una frusta elettrica tutti gli "ingredienti base", aggiunti un po' per volta.
Cuocere a 160 °C per 40 minuti.
Mentre la torta si raffredda, sciogliere a bagno maria la tavoletta di cioccolato con 2 gocce d'olio di semi.Quando sciolto, versarlo sulla torta.
Ottima!

Ciaooooooooo


2 commenti:

Manuela Nicotera ha detto...

Molto buona! ho provato a farla ed ho aggiunto una spolveratina di cocco in polvere!

Rosaria ha detto...

Ciao Manuela, sono contenta che ti sia piaciuta e quella del cocco è un'ottima idea! Alla prossima!