sabato 29 maggio 2010

Sulla disgrazia sportiva di Bruxelles

.




Ho ritrovato un mio tema della prima media, su un "quaderno grosso" di quelli che ora non se ne trovano più e che immagino di avere scritto con una di quelle grosse biro che avevano i tastini in cima e tu sceglievi se scrivere in rosso, verde, blu o nero. Questo è scritto in nero e il quaderno è ingiallito(mamma quanto sono vecchia!).
Il tema si intitola: "Una tremenda disgrazia ha funestato una competizione sportiva". Siccome ieri è stato il 25° anniversario di questa disgrazia sportiva, lo copio qua. Pure con gli errori.Mi piace non cambiarne una virgola, come una foto senza photoshop. Immaginatelo letto da una bambina di 11 anni :-)
Per chi osservasse che è fatto troppo bene per una bambina di prima media... 1) ero brava in italiano (modeeeeeesta) 2)I temi li facevo con la mamma e qui c'era molta mamma :-)
Tema

Una tremenda disgrazia ha funestato una competizione sportiva

Giorno 29 maggio allo stadio di Bruxelles un'ora prima dell'incontro di calcio Juventus-Liverpool si sono verificati dei fatti ignobili. Alcuni inglesi, che probabilmente erano ubriachi o drogati hanno assalito i tifosi italiani con catene e sbarre di ferro. Gli italiani in un primo momento chiesero aiuto agli agenti belgi ma senza ottenere niente. Vedendo che la cosa cominciava a farsi pericolosa cominciarono a fuggire verso il campo, pressandosi l'un l'altro e appoggiandosi in un muretto che circondava la tribuna, ma essendo in tanti il muro crollò e si trascinò dietro anche i poveri disgraziati che vi si erano addossati. Gli inglesi non contenti di ciò continuavano la carica. I pochi agenti belgi capendo che qualcosa di grave era successo chiesero rinforzi, ma la tragedia si era già conclusa, la loro negligenza insieme alla barbarie dei tifosi inglesi aveva già fatto le sue vittime, infatti si contano trentotto morti, fra cui 31 italiani, 4 belgi, 2 francesi e un irlandese.
Tutti questi avvenimenti hanno amareggiato molto il mondo intero; tutti noi ci chiediamo increduli come sia potuto accadere un fatto simile in un mondo civile.
Si condannano le autorità belghe che non hanno saputo mantenere l'ordine, si condannano gli inglesi per la poca civiltà dimostrata,si condannano anche i dirigenti delle società sportive, tutti hanno la loro parte di colpa in tutto questo, ma chi ridarà la vita a quei poveretti che erano andati in quel luogo solo per distrarsi e divertirsi?




.

2 commenti:

MariCrea ha detto...

Anche se sono tifosa del Toro e quindi tutt'altro che juventina mi associo alla commemorazione di morti che mai avrebbero dovuto esserci.
Un saluto
Mari

Rosaria ha detto...

MariCrea, neanche io sono juventina e concordo con te che la squadra non sia importante quando accadono cose così...
:-(
un abbraccio